Le linee imbottigliamento usate sono la scelta giusta per tutte le cantine che vogliono gestire direttamente tutte le fasi di imbottigliamento del vino e allo stesso tempo tenere sotto controllo i costi di acquisto iniziali.

Linee imbottigliamento usate, tutti i vantaggi

Per quale motivo optare per le linee imbottigliamento usate? Perché le macchine per enologia usate che fanno parte della linea di imbottigliamento conservano tutte le caratteristiche dell’attrezzatura nuova, sono ugualmente affidabili e garantiscono un’alta qualità di lavorazione senza possibilità di fermo produzione.

Molto importante è anche il vantaggio economico nell’acquistare le linee imbottigliamento usate. Abbiamo bisogno solo di un piccolo capitale per avere tutte le attrezzature enologiche che ci servono ed inoltre abbiamo la possibilità di acquistare macchine che nuove sarebbero troppo costose ed avere una linea di imbottigliamento veramente completa. Per ultimo, ma non per questo non importante, possiamo anche introdurre nella nostra linea delle attrezzature che non avevamo preso in considerazione per il loro costo elevato da nuove e che poi risultano molto utili per migliorare l’offerta dei prodotti della nostra cantina.

Linee imbottigliamento usate, progettiamole al meglio

Progettiamo le linee imbottigliamento usate

Progettiamo le linee imbottigliamento usate

Come abbiamo prima accennato uno dei vantaggi di acquistare linee imbottigliamento usate è il risparmio economico. Per questo motivo ci possiamo permettere di progettare linee di imbottigliamento complete in modo da soddisfare le esigenze di ogni cantina.

Prima di tutto abbiamo bisogno di un macchinario che sia in grado di pulire le bottiglie che dovranno essere riempite. Sia che si tratti di bottiglie nuove e sia che si tratti di bottiglie usate (vuoto a rendere) è necessario pulire e sanizzare il contenitore per non compromettere le qualità del prodotto imbottigliato.

Le macchine che si occupano del lavaggio delle bottiglie sono le sciacquatrici e le lavabottiglie a tunnel.

Le sciacquatrici sono macchine formate da una pompa che spruzza l’acqua (demineralizzata e microfiltrata) ad alta pressione all’interno delle bottiglie. In seguito bisogna sterilizzare le bottiglie con un prodotto adatto allo scopo ed infine asciugate perfettamente.

Nella parte iniziale della sciacquatrice è posto un nastro trasportatore per l’inserimento delle bottiglie nella macchina che vengono opportunamente distanziate da una coclea ed infine inserite in una stella girevole provvista di pinze.

Le lavabottiglie a tunnel sono macchinari di grandi dimensioni formati da diversi moduli distinti il cui scopo è di pulire perfettamente le bottiglie che dovranno essere riempite di vino. Questa tipologie di macchina è particolarmente indicata per bottiglie usate che dovranno essere pulite prima del loro utilizzo (compreso l’eliminazione della vecchia etichetta).

Un nastro trasportatore permette il carico della macchina e l’inserimento delle bottiglie in appositi cestelli in cui rimarranno per tutto il tempo della lavorazione. Le bottiglie vengono portate gradualmente alla corretta temperatura per evitare shock termici, sottoposte all’azione degli ugelli che spruzzeranno acqua ad alta pressione, quindi sottoposte ad un bagno per favorire l’estrazione della vecchia etichetta ed infine asciugate.

Linee imbottigliamento usate, inserimento del vino

Imbottiglaimento vino

Imbottiglaimento vino

A questo punto si passa alla seconda fase ossia l’imbottigliamento del vino vero e proprio usando le riempitrici, altra macchina fondamentale delle linee imbottigliamento usate. I produttori di macchinari hanno in catalogo una vasta scelta di macchine riempitrici che utilizzano varie tecnologie di riempimento per soddisfare le esigenze di grandi e piccole cantine. Una riempitrice di alto livello deve avere le seguenti caratteristiche:

  • resistenza,
  • velocità e semplicità di cambio formato,
  • possibilità di lavorare su molti formati diversi,
  • alta produzione oraria.

Le macchine tappatrici

Una volta che le bottiglie sono state riempiti di vino passano alla tappatura che può essere effettuata con tappi di diversa tipologia: tappi di sughero, tappi sintetici, tappi stelvin, tappi a vite, tappi a corona e tappi di vetro. Ogni tipologia di tappo ha le sue caratteristiche particolari e relativi vantaggi anche se le aziende stanno lavorando molto per trovare i sostituti dei tappi di sughero per ovviare al loro inconveniente, ossia l’odore di tappo. Comunque ancora non sono state individuate alternative valide che possano sostituire in pieno il buon vecchio tappo di sughero.

Le linee imbottigliamento usate complete dovrebbero avere al loro interno una macchina tappatrice (a seconda del tappo usato) unita ad una  capsulatrice per l’applicazione della capsula in stagno o termoretraibile.

Il monoblocco come scelta per le linee imbottigliamento usate

Finora abbiamo studiato separatamente le varie macchine enologiche che possono formare le linee imbottigliamento usate. Una scelta diversa potrebbe essere quella di optare per un monoblocco, ossia una struttura unica che al suo interno ingloba le operazioni di sciacquatura, riempimento e tappatura finale.

Il vantaggio del monoblocco è la sua compattezza e quindi permette di avere le stesse caratteristiche delle linee di imbottigliamento in spazi ridotti e a costi più contenuti rispetto alle macchine singole.

Sul portale Enologica Petrillo potrai trovare una vasta scelta di linee imbottigliamento usate.

Vai alla sezione dedicata ai linee imbottigliamento usate:

Linee imbottigliamento usate

Segui Guido Cocozza l’autore dell’Enoblog Enologica Petrillo su Google+

Tags:

Lascia un Commento