Una delle macchine enologiche molto importanti in una linea di imbottigliamento del vino è la lavabottiglie. L’operazione di lavaggio delle bottiglie di vino è fondamentale per garantire la perfetta pulizia del contenitore ed avere un prodotto che non subisca contaminazioni e che mantenga le sue caratteristiche organolettiche costanti nel tempo.

Specifichiamo che a seconda che si tratti di bottiglie nuove oppure di bottiglie usate, il trattamento a cui saranno sottoposte sarà differente. Le bottiglie nuove sono consegnate dalle vetrerie in pallet avvolte in uno strato di plastica per proteggerle dalle intemperie e dalla polvere. In questo caso le bottiglie necessitano solo di un lavaggio per eliminare la polvere e altri residui.

Le bottiglie usate sono in genere più sporche e spesso presentano ancora l’etichetta che deve essere staccata accuratamente. Quindi il trattamento a cui verranno sottoposte nelle lavabottiglie sarà più complicato e accurato in modo da ottenere una perfetta sanitizzazione e pulizia esterna ed interna.

Le lavabottiglie sono macchine enologiche ch lavorano a cicli di lavaggio personalizzabili a seconda della quantità di bottiglie da lavare, se sono nuove oppure usate e dal grado di sporco della bottiglia stessa.

Lavabottiglie a tunnel single-end e double-end

Le lavabottiglie a tunnel sono attrezzature enologiche impiegate in medie e grandi cantine ed il loro funzionamento è in gran parte automatizzato. A seconda del modo in cui sono costruite si differenziano in lavabottiglie a tunnel single-end e lavabottiglie a tunnel double-end.

Nelle lavabottiglie a tunnel single-end l’inserimento  e lo scarico delle bottiglie avviene nello stesso lato, mentre nelle lavabottiglie a tunnel double-end avviene dai due lati opposti della macchina. In genere le double-end permettono una migliore gestione degli spazi in cantina e dell’intero ciclo di imbottigliamento.

Lavabottiglie Bardi modello Niagara

Lavabottiglie Bardi modello Niagara

Lavabottiglie Bardi modello Niagara

La lavabottiglie Bardi modello Niagara permette di raggiungere una capacità produttiva oraria fino a 10.000 bottiglie e può trattare sia bottiglie nuove e sia bottiglie usate con l’etichetta da staccare.

L’intero ciclo di lavaggio è costituito dai seguenti elementi: vasca di macero, stazione di estrazione etichette, stazione di spruzzatura detergente, stazione risciacquo in riciclo e stazione risciacquo finale.

L’inserimento delle bottiglie nella lavabottiglie avviene grazie ad un sistema ad arpioni che porta le bottiglie ai cestelli senza utilizzare altra tipologia di spinta. Gli arpioni sono rivestiti da plastica al fine di trattare le bottiglie in maniera delicata e minimizzando il rumore.

I cestelli portabottiglie montati sulla macchina possono essere di diverse dimensioni a seconda del formato della bottiglia da sottoporre al lavaggio e permettono una perfetta pulizia della bottiglia, ridotti costi di funzionamento e di gestione.

Per levare le etichette dalle bottiglie usate, le lavabottiglie Bardi hanno un sistema di estrazione delle etichette a doppio stadio. Nella prima parte le bottiglie sono sottoposte ad un lavaggio di soluzione caustica in cui viene staccato il 30% delle etichette, mentre nel secondo stadio le bottiglie sono sottoposte ad una serie di spruzzi ad alta pressione.

Per avere informazioni sulle lavabottiglie Bardi visita il sito dell’Azienda: http://www.r-bardi.com/it/lavaggio-bottiglie.php

Lavabottiglie Akomag modello Pixis

Lavabottiglie Akomag modello Pixis

Lavabottiglie Akomag modello Pixis

Le lavabottiglie Akomag modello Pixis sono attrezzature enologiche a ciclo continuo di dimensioni contenute per ottimizzare gli spazi all’interno della linea di imbottigliamento. Punti di forza delle lavabottiglie Akomag sono i costi di gestione contenuti e la semplicità di utilizzo e manutenzione.

Il ciclo di lavaggio viene effettuato con bagno alcalino o anidride solforosa ed è semplice ma molto accurato nel risultato finale.

Segui Guido Cocozza l’autore dell’Enoblog Enologica Petrillo su Google+

Tags:

Lascia un Commento